top of page
DJI_0570x il web.jpg

La mostra archeologica "A Frigento racconti del grano nel vento" si sviluppa al piano terra di Palazzo De Leo.

L'esposizione ripercorre le vicende storiche del centro irpino di Frigento in epoca romana.

La mostra, realizzata grazie alla collaborazione tra Soprintendenza Archeologica della Campania e il Comune di Frigento, è stata inaugurata nel 2015.

Municipium
Duovirale

Una comunità cittadina assoggettata a Roma e amministrata da due magistrati, la cui importanza è avvalorata da passaggio in questa zona della regina viarum. la via Appia

_DSC5814.jpg
Pompa Kafka1.jpg

Spazio

     all’Arte

La "Raccolta d'Arte Pina Famiglietti" è ospitata al primo piano dell’immobile storico. Dal 2011 accoglie la preziosa collezione d’arte moderna e contemporanea donata da Angelo Gabbanini in memoria di sua moglie, la frigentina Pina Famiglietti.

Tommasi Ferroni Riccardo.jpg

I NUMERI DELLA PINACOTECA

53

ARTISTI

108

OPERE

6

MOSTRE

4

LABORATORI

La Biblioteca
Civica

Nel palazzo che fu dimora del letterato Marciano De Leo (1751-1819), il canonico frigentino nacque, visse e morì tra queste mura, al primo piano trova posto la biblioteca civica. Non è solo una raccolta di libri, ma è un luogo in cui far volare la fantasia e mettere a frutto quanto letto o imparato. L’accogliente sala conferenze ospita presentazioni di libri e piccoli eventi.

Pile di libri

Il Museo è diretto dal 2020 da Milena Saponara, archeologa che ha effettuato scavi e ricerche nel territorio di Frigento. Dal dialogo tra Amministrazione Comunale e Direzione del Museo è nata l'idea di allestire ulteriori sale con reperti provenienti da recenti scavi per raccontare un arco temporale compreso tra la protostoria e l'età romana. Ecco il lavoro del prossimo futuro. Il Museo cambia, si evolve.

bottom of page